lunedì 20 Marzo 2023

Sito Ufficiale FEDERCACCIA UMBRA

A San Venanzo assegnato il 1° Trofeo Federcaccia Umbra “La Regina del Monte Peglia”

Il Regolamento della manifestazione di cinofilia venatoria prevedeva di assegnare il Trofeo al concorrente
che avrebbe totalizzato il maggior punteggio ottenuto dalla somma dei punti conseguiti nel corso delle quattro
gare in programma per gli anni 2022/2023 nei giorni 16/12/2022, 27/1/2023, 18/2/2023 e 18/03/2023.
Per ogni batteria, al 1° ECC. venivano assegnati 13 punti, al 2° ECC. 11 punti, al 3° ECC. 10 punti, all’ECC. 09
punti, al 1° MB. 08 punti, al 2° MB. 07 punti, al 3° MB. 06 punti, al MB. 05 punti, al Buono 04 punti, a chi avesse
conseguito il CQV 02 punti; in caso di parità tra due o più concorrenti sarebbe stato effettuato un barrage
nell’ultima giornata di gara.
Alla manifestazione hanno partecipato complessivamente
35 cani.
Nel corso del ciclo di gare hanno conquistato il primo posto di
batteria, con il 1° ECC, i concorrenti Sigg.:
– Bocci Novello con Borg III, pointer (giudici Marco Broglioni e Claudio Mazzoli);
– Fortunati Roberto con Rambo, setter inglese (giudice Stefano
Sfondalmondo)
– Fuso Alessandro, con Lola detta Nina, setter inglese (giudice Antonio Cecere) che vince in due occasioni la
batteria.
Vince la prima edizione del Trofeo “La Regina del Monte Peglia” il Sig. Fuso Alessandro con la setter inglese
Lola detta Nina che totalizza 26 punti; seguono con 13 punti ciascuno i sigg. Bocci Novello e Fortunati Roberto.
C’è da far rilevare infine che il Sig. Fuso ha piazzato per due volte al 2° ECC il setter inglese Zeno, figlio di Lola.
Questa serie di gare si riproponevano principalmente lo scopo di far conoscere agli appassionati la Zona di
Addestramento Cani “FONDO DELLE SORBARE” sita nel Comune Di San Venanzo gestita dalla Federcaccia Umbra.
Sia i giudici che i concorrenti hanno apprezzato la particolare vocazione dei terreni ad ospitare lo scolopacide
in un contesto ambientale non antropizzato, ben servito da una ottima viabilità, con i centri di Ospedaletto e di
Poggio Spaccato in grado di offrire ristoro e ospitalità di qualità.
La maggior parte dei concorrenti ha presentato cani idonei a cacciare questo tipo particolare di selvaggina
anche se qualcuno si è cimentato con qualche soggetto giovane e privo di esperienza; da apprezzare anche la
partecipazione sportiva di due giovani conduttori poco più che ventenni proveniente dalla Valnerina (Cristian
Bellò e Flavio Petrucci) che hanno presentato ottimi soggetti che si sono dimostrati all’altezza del loro compito e
che –almeno in un caso- hanno dovuto soccombere soltanto a causa dell’avversa fortuna.
I cani qualificatisi con l’eccellente sono tutti soggetti dotati di straordinari attributi venatori per questo tipo di
caccia, tipicità nella presa di punto e solidità nella ferma; alcuni hanno avuto anche l’opportunità di dimostrare
grande mentalità nel reperire rapidamente la rimessa della beccaccia precedentemente utilizzata.
Un ringraziamento particolare agli organizzatori della manifestazione che si sono fatti totalmente e
volontaristicamente carico di tutti gli oneri e di tutte le incombenze; un apprezzamento per la serietà, l’impegno e
l’obiettività dei sigg. giudici che hanno collaborato per mettere a proprio agio tutti i concorrenti ai quali va la
nostra immensa riconoscenza per la sportività, la passione e la cameratesca condivisione di ogni fase della
manifestazione.
Appuntamento agli appassionati al prossimo anno; cercheremo sicuramente di far tesoro dei suggerimenti,
delle osservazioni e delle proposte raccolte durante questa esperienza per trascorrere, insieme ai nostri cani,
giornate di serio impegno sportivo in un clima di serena e complice amicizia.
Federcaccia Umbra

 

Archivio News